Category Archives: LA CULTURA DEL TANGO

by

Curiosità1 UNESCO e tango

Categories: Curiosità, Tags: ,

Lo sapevi che il Tango Argentino è patrimonio dell’umanità?

2009

<<(ANSA) – BUENOS AIRES, 30 SET – Il tango è “patrimonio culturale dell’umanità“: lo ha deciso il Comitato intergovernativo dei patrimoni intangibili dell’Unesco. Il tango è stato scelto dai circa 400 esperti che hanno esaminato centinaia di candidature. Quella del  Rio de la Plata, hanno precisato, è una musica che “rappresenta e promuove da diversità culturale e il dialogo”. Sia l’Argentina sia l’Uruguay si erano da tempo adoperate a livello internazionale al fine di ottenere il riconoscimento.>>


by

Il Galateo del Tango

Categories: Il Galateo del Tango, Tags: ,

Come nella vita di ogni giorno, anche nel tango ci sono delle regole di buon senso da seguire… eccone alcune!

1- quando si entra in milonga bisogna raggiungere il proprio tavolo senza attraversare la sala, ma spostandosi sul bordo;

2- in milonga si deve parlare a voce bassa per non disturbare la concentrazione dei ballerini e ascoltare la musica;

3- il senso del ballo è antiorario:  non ci si può fermare, le figure più complesse possono essere eseguite negli angoli della pista;

4- non si fanno passi indietro: bisogna seguire la ronda seguendo la linea ideale del ballo senza spostarsi a destra o sinistra per non tagliare la strada alle altre coppie;

5- il tanguero si deve preoccupare  di avere lo spazio necessario per eseguire il passo senza intralciare le altre coppie e prendendosi cura della ballerina che, camminando all’indietro, non può rendersi conto dello spazio;

6- se la milonga è affollata non si devono fare: gauchosboleos e tutte quelle figure che occupano molto spazio e possono invadere il campo delle altre coppie rischiando anche di farsi del male;

7- in sala da ballo bisogna rispettare le altre coppie: gli avanzati devono tollerare gli errori dei principianti e le coppie principianti seguire le regole della milonga;

8- in caso di “incidente” tra coppie bisogna sempre chiedere scusa indipendentemente da chi sia in colpa;

9- non si parla mentre si balla;

10- quando c’è un’orchestra che suona dal vivo, bisogna ascoltare il primo pezzo stando seduti in silenzio, solitamente, poi, uno dei componenti dell’orchestra invita tutti a ballare;

 

11- l’igiene personale è importante: non invitare grondanti di sudore, piuttosto ci si ferma una tanda e/o ci si porta un cambio in più da casa;

12- bisognerebbe invitare una ballerina tenendo conto del proprio livello di ballo e di quello della ballerina: un principiante dovrà evitare di invitare a ballare una ballerina di livello avanzato;

13- se una ballerina è intrattenuta in una conversazione è buona regola non interromperla  per invitarla a ballare;

14- il rifiuto di un invito non è un fatto personale: vuol dire solo che non si ha voglia di ballare;

15- non insistere ad invitare una ballerina dopo il rifiuto;

16- è la donna che sceglie il tipo di abbraccio;

17- il primo tango serve per “conoscersi”: lasciare per i tanghi successivi le sequenze più elaborate;

18- le milonghe sono fatte per ballare e non per tenere lezioni: se non ci si capisce nell’esecuzione di un passo si farà un’altra cosa;

19- anche l’uomo deve prestare ascolto alla ballerina per permetterle di interpretare la musica e consentirle di fare degli adornos;

20- quando si invita o si accetta l’invito è buona regola ballare per tutta la durata di una tanda o almeno per tre tanghi consecutivi con lo stesso partner;

21- dire “grazie” alla fine di un tango vuol dire che non si desidera più ballare.